Facebook Linkedin Twitter Google Plus
Tel. +39 030 48497

News
Prodotti e novità

Detrazioni Irpef 2016
Detrazioni Irpef 2016
Pubblicata il 31 marzo 2016

Agevolazioni fiscali per l’acquisto di impianti antifurto e videosorveglianza.
Hai informato i tuoi clienti?

La Legge di stabilità 2016 ha prorogato la possibilità di detrarre dall’Irpef una parte degli oneri sostenuti per interventi relativi all’adozione di misure di sicurezza finalizzate a prevenire il rischio di compimenti di atti illeciti da parte di terzi (ad esempio furti, aggressioni, sequestri di persona).
I contribuenti possono quindi usufruire della detrazione del 50%, con il limite massimo di 96.000 euro per unità immobiliare.
La detrazione è applicabile unicamente alle spese sostenute per realizzare gli interventi sugli immobili. Non rientrano quindi nell’agevolazione i contratti stipulati con istituti di vigilanza.

Per quali lavori spettano le detrazioni?
Vengono riconosciuti come ammissibili tutti gli apparecchi di prevenzione antifurto e sistemi di videosorveglianza, ad esempio:
• installazione di rilevatori di apertura e di effrazione sui serramenti
• apparecchi rilevatori di prevenzione antifurto e relative centraline

Chi ne può usufruire?
La detrazione contenuta nel "pacchetto sicurezza", viene riconosciuta solo alle persone fisiche non nell’esercizio di attività di lavoro autonomo o di impresa, per cui sono esclusi gli artigiani, i commercianti, le società, le imprese e i liberi professionisti.

Iva al 10%
Gli impianti di allarme godono dell’Iva agevolata al 10%, ma solo su una parte delle spese sostenute relative alla differenza tra costo totale e spese per il bene significativo.

Esempio
Costo totale dell’intervento 2.500,00 Euro, di cui:
a) per prestazione lavorativa 400,00 Euro (manodopera);
b) costo dei beni significativi (ad esempio componenti dell’impianto d’allarme) 2.100,00 Euro. Su questi 2.100,00 Euro di beni significativi l’IVA al 10% si applica solo su 400,00 Euro, cioè sulla differenza tra l’importo complessivo dell’intervento e quello dei beni significativi (2.500 – 2.100 = 400).
Quindi
Iva 10% su 400,00 Euro (beni) + 400,00 Euro (manodopera)
Iva 22% su 1.700,00 Euro


Cosa fare per godere delle detrazioni fiscali per l’installazione di impianti d’allarme?
Il pagamento alla ditta che esegue l’installazione va effettuato:
• con bonifico specifico per la detrazione 50% ai sensi della legge 449/1997;
• è fondamentale che l’ordinante del bonifico, ossia colui che effettua l’operazione sia la stessa persona a cui sono intestate le fatture che vengono pagate e che attestano l’esecuzione dei lavori di ristrutturazione edilizia;
• bisogna indicare il codice fiscale di chi beneficia dell’agevolazione;
• bisogna indicare il codice fiscale o la partita iva di chi riceve il pagamento;
• è sempre opportuno indicare nella causale anche il riferimento della fattura che viene pagata in modo da creare un chiaro collegamento tra il bonifico e la fattura specifica.

Negli istituti di credito e negli uffici postali sono disponibili dei modelli per il bonifico già predisposti per l’utilizzo a questo scopo.

AUTOMAZIONE
VIDEOCONTROLLO
SICUREZZA
CONTROLLO ACCESSI
ANTINCENDIO
Sei un installatore o un progettista?
ACCEDI ALL'AREA RISERVATA
I NOSTRI BRAND
  • >/ul>